Il liberista

 renzi

Per tutti quelli che domenica scorsa hanno pensato bene di non compiere il dovere civico di andare a votare o perché gli piace Renzi il liberista o perché proprio non hanno tempo di pensare ad altro che alle prossime vacanze, allo shopping o al loro show preferito, traduco un brano di un discorso di Elizabeth Warren, senatrice del Massachusetts vicina a Bernie Sanders.

Mostra che tipo di battaglie tocchi oggi combattere in America: e solo per essersi distratti per qualche decennio e avere permesso la deregulation e le privatizzazioni che state permettendo al Pd. Che infatti si appresta a convincere gli italiani, con il sostegno unanime della stampa e di giornalisti sul libro paga delle multinazionali, che il sistema previdenziale pubblico sia insostenibile. Meglio fare come gli Stati Uniti, dove sono tutti ricchi e felici, lo conferma Renzi che c’è stato e parla benissimo l’inglese.


“Le pensioni di centinaia di migliaia di camionisti e lavoratori portuali erano garantite dal Central States Pension Fund fino a quando la Goldman Sachs [principale finanziatrice di Hillary Clinton, ndr] non ha incominciato a giocare con quei fondi investendoli in titoli spazzatura e mutui ad alto rischio. Così quando nel 2008 l’economia crollò, il fondo perse 11 miliardi di dollari. Le grandi banche vennero salvate a spese dei contribuenti ma i lavoratori non ricevettero neanche un centesimo. Ora il fondo è in scadenza e gli uomini e le donne che per tutta la vita versarono contributi previdenziali potrebbero vedere la loro pensioni ridotte del 70%. Mi sono unita ai lavoratori in protesta davanti al Congresso per mandare un messaggio: non fate pagare ai lavoratori l’avidità di Wall Street”.

Francesco Erspamer
Foto RETE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close