SAN COSMA

.

Sono molto riconoscente ad Anna Papa, che vive in Brasile, per le foto che ha mandato. Sono foto molto belle, che ci restituiscono scampoli del nostro passato. Questa, risalente agli anni Cinquanta, ricorda la festa di san Cosma. Allora si celebrava tra il 19 e il 20 ottobre.

Le masserizie di quel rivenditore, sistemate per terra alla bell’e meglio, dicono molto sulle condizioni economiche del tempo. La guerra faceva sentire ancora i suoi effetti perversi. Moneta ne circolava poco. Le persone non gli dedicano molta attenzione.

Proprio in quegli anni comincia lo spopolamento di Orsomarso. Famiglie intere cercano in America, in alcuni paesi d’Europa o nell’Italia settentrionale un posto dove guadagnarsi da vivere.

Purtroppo negli ultimi anni la fuga, soprattutto di giovani, è ripresa.

Tra il 2004 e il 2020, infatti, la Calabria ha registrato una contrazione di 104.682 mila residenti, passando dai 1.998.792 del 2004 ai 1.894.110 del 2020, con una variazione negativa del 5,2%. Solamente tra il 2019 e il 2020 la Calabria ha perso 17.911 abitanti, dice il Dipartimento regionale del Lavoro della Regione Calabria.

E per il futuro non ci sono speranze in cantiere.

One Reply to “SAN COSMA”

  1. Anna Papa ha detto:

    Un testo molto dettagliato chi mostra la diminuzione della popolazione di Orsomarso e della Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close