Un libro per amico: “Viaggio geoarcheologico attraverso la Calabria”

.

II volume di Gioacchino Lena dal titolo Viaggio geoarcheologico attraverso la Calabria rappresenta una novità assoluta nel panorama degli studi che riguardano l’antichistica, l’archeologia e la geologia in particolare, perché analizza la Calabria, una regione caratterizzata da una grande diversità geomorfologica e da una spiccata alternanza di contesti geo-ambientali, utilizzando la lente dei fenomeni geologici per leggere le interazioni uomo-ambiente.

L’Autore, in oltre quarant’anni di esperienza sul campo in attività di ricerca in tutt’Europa (e non solo) e nelle aule universitarie di diversi Atenei italiani, sempre in sinergia con gli archeologi e con altre professionalità, ha scandagliato in lungo e in largo la Calabria, affrontando in maniera significativa problematiche geologiche, climatiche e ambientali, cercando di leggere e interpretare, alla luce di ciò, gli articolati processi di antropizzazione che hanno interessato i diversi contesti territoriali regionali.

Il focus del suo lavoro è, per l’appunto, la geoarcheologia, una disciplina di origine recente che rappresenta l’insieme delle relazioni tra le Scienze della Terra e la ricerca archeologica, ovvero la geologia applicata alla ricerca archeologica. In altre parole, con la geoarcheologia ci riferiamo a tutte le applicazioni pratiche che la geologia introduce in supporto all’archeologia stessa (l’archeometria, la pedologia). Al significato e allo sviluppo di questa disciplina, che richiede un approccio complesso e variegato, è dedicato il Primo capitolo.

Nel Secondo capitolo viene esaminato anche l’ambiente e il clima nella Preistoria calabrese nell’Era Quaternaria, che ha visto il grande sviluppo dell’uomo: vengono analizzate le prime testimonianze antropiche in Calabria (Caselle di Maida, Rosaneto di Tortora, Archi, Joppolo, Girella, Scalea, Praia a Mare, Papasidero), con ciò mostrando la profonda conoscenza dell’Autore non soltanto delle complesse dinamiche geologiche della regione, ma anche delle problematiche archeologiche, trattate con profondità e all’interno di un quadro evolutivo dinamico e articolato.

Si presentano, poi, nei vari capitoli alcuni casi di studio molto importanti (la Piana di Sibari, il Promontorio di Capo Lacinie a Crotone, la spiaggia e la cava di macine da mulino di Soverato, il porto antico di Hipponion-Valentia, la Peschiera romana di Sant’Irene e il centro storico di Reggio Calabria).

Di un certo interesse è l’analisi delle complesse caratteristiche ambientali della Piana di Sibari, dalle fasi geologiche sino all’antropizzazione della piana: ci si sofferma su un evento alluvionale di grandi proporzioni che ha interessato Sibari e ne ha determinato la sua distruzione nel 510 a.C., evidenziando al tempo stesso i complessi fenomeni di subsidenza e innalzamento del livello del mare che hanno interessato e interessano ancora l’area.

L’Autore si sofferma anche sulle problematiche geologiche dei quattro Promontori, estesi tra Crotone e Isola Capo Rizzuto, l’area della colonizzazione dell’antica Kroton, ovvero Capo Colonna, Capo Cimiti, Capo Rizzuto, Le Castella, Promontori oggi sottoposti a una feroce erosione.

Egli presenta gli importanti studi realizzati sul porto di Hipponion, in corrispondenza del Castello di Bivona e della fiumara Trainiti, individuato sia attraverso la cartografia sia per mezzo delle foto aeree. Il porto di età agatoclea sembra spostarsi verso oriente, tra le fiumare Trainiti e S. Anna. Sempre nella stessa area viene presentata la Peschiera romana di S. Irene, di cui è stata ricostruita la complessa architettura, con le vasche, i canali, le piscinae. Si tratta, con ogni probabilità, di un articolato impianto per la salagione del tonno.

Il volume si conclude con un saggio sui disastri naturali che hanno interessato Reggio, ovvero alluvioni, inondazioni, terremoti e maremoti, in relazione ai quali vengono analizzati i limitati frustuli di archeologia urbana, per offrirne una lettura comparata.

Il libro è dotato anche di interessantissimi box, veri e propri approfondimenti che trattano l’era Quaternaria, le glaciazioni, i fenomeni di subsidenza e i livelli antichi del mare, il carsismo, l’estrazione della pietra nell’antichità.

L’Autore esamina con perizia e acume problematiche di importanza significativa e siti di grande valenza geologica e archeologica, offrendo spesso una chiave di lettura risolutiva a veri e propri enigmi che evidentemente richiedevano un approccio multidisciplinare.

Il volume è concepito con un linguaggio tecnico, ma al tempo stesso semplice e scorrevole; il racconto, molto coinvolgente, ci permette di apprezzare la fondamentale importanza di un approccio multidisciplinare nella ricostruzione dei paesaggi antichi.

Il libro costituisce un valido strumento per gli studiosi e per gli addetti ai lavori, ma anche per i semplici curiosi, al fine di apprezzare la mutevole varietà ambientale e geologica, ma soprattutto culturale, della Calabria. Esso esemplifica in maniera significativa l’operato e la personalità dell’Autore, sempre disponibile al confronto, alla collaborazione e sempre pronto a raccogliere le istanze e le richieste degli archeologi, prodigo di consigli, di suggerimenti illuminanti, di intuizioni, dall’alto della sua grande esperienza.

I capitoli sono veri e propri saggi scientifici frutto dell’originale attività di ricerca dell’Autore, che mette a frutto anche tutte le sue approfondite conoscenze cartografiche per delineare l’evoluzione dell’ambiente e della sua antropizzazione.

Viaggio geoarcheologico attraverso la Calabria rappresenta, in definitiva, il paradigma della carriera di uno studioso serio e rigoroso, che soltanto lui poteva scrivere: si tratta di un prezioso scrigno di informazioni ed esperienze, da leggere e custodire gelosamente, ricco di nozioni di cui riappropriarsi consapevolmente, per valorizzare ancora meglio le peculiarità della Calabria, una regione posta al centro del Mediterraneo.

.

Fabrizio Mollo

Dalla Presentazione

.

Dettagli

Titolo :  Viaggio geoarcheologico attraverso la Calabria

Autore : Gioacchino Lena

Editore ‏ : ‎ Rubbettino (26 luglio 2021)

Prezzo ‏ : ‎ 16 euro

Copertina flessibile ‏ : ‎ 162 pagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close